lunedì 12 ottobre 2015

Amore

Affetto intenso, assiduo, fortemente radicato. È l'Amore. E questo è il suo significato. È una parola Assoluta. Vuol dire anche sacrificio ? Dicono di si. Per questo il più delle volte ci chiediamo se ne vale la pena e, per calcolo, decidiamo di rallentare il procedimento : vogliamo essere sicuri che non sia stato vano. Ma ci sono persone che non lo hanno fatto. Uno su tutti - che amo citare più volte - è stato Martin Luther King Jr. , reverendo protestante che ha combattuto le ingiustizie razziali a scapito della sua gente negli anni '60. Un vero poeta dell'Amore, oltre che un uomo di fede. Ha combattuto al costo della vita. Come Gandhi. Ha guidato la sua gente per un India libera e indipendente. Madre Teresa, d'altra parte, ha aiutato i diseredati della Terra curandone le loro ferite. Le loro stelle hanno formato il loro Destino. Ma io voglio parlarvi anche di ciò che vedo io nell'Amore. Vedo fasci di luce che rappresentano la Vita. Vedo un futuro più roseo dove questo vi è. Vedo il genero Umano innalzarsi sopra la spirale di odio che spinge verso il basso. Diciamocelo : non è facile. Non è facile vivere col cuore. Abbiamo paura. Paura di non essere capiti, accettati dall'ennesima società che parla ma spesso non ascolta, paura, poi, di essere ascoltati ma sfruttati perché amare vuol dire anche rischiare, esporsi. Paura di rimanere ai margini. Perché anche questo accade. Quante persone hanno abbandonato la società egoista in cui viviamo per costruirsi un proprio orticello da coltivare all'insegna del cuore ? Persone che non c'è l'hanno fatta a passare il muro dell'indifferenza ed hanno deciso di ritirarsi in silenzio. Facciamoci coraggio. Riproviamo. Cerchiamo un'altra strada, un'altra via. È un dovere spirituale prima che morale. Io voglio Amare ma in mezzo alla gente, senza nascondermi o scappare. È per questo che scrivo.

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page