giovedì 23 febbraio 2017

Il silenzio

Dicono che sia d'oro ... È vero ? Ognuno ha la sua esperienza, col silenzio . Io ci convivo e sono molto soddisfatto dell'averlo scoperto. È stato alcuni anni fa, quando mi ritrovai senza lavoro, a mangiare alla mensa dei poveri, a vestirmi dei vestiti della Caritas, a dormire per strada, a racimolare del caffè dagli autisti dei bilici nel posto in cui passavo parte delle mie giornate. Pian piano svuotavo la mente dai pensieri malevoli, negativi, disfattisti, e assaporavo il suo vuoto NON a perdere. Mi perdevo in Lui, sbagliando - all'inizio - nel cercare un qualche cosa, quando in realtà la Sua funzione era semplicemente quella di ricaricarmi di fronte alle sconfitte della vita o delle sue difficoltà ( o meglio, le mie ). Mi ritrovavo così a vedere e vedermi con occhi diversi, nuovi, mai usati. S' innescava un processo sia di apprendimento che di soddisfazione per le piccole cose di cui ancor oggi faccio parte. E allora lo cerco, lo trovo, lascio che entri dentro me, m'ispiri, mi tuteli dalla vita che io ma anche ognuno fa. È impressionante il suo potere. Cammino, passeggio, mi muovo lentamente oppure resto seduto o sdraiato, ovunque sia in quel momento. Prendo coscienza del mio percorso, rigenero i miei tessuti organici, trovo una forza dentro me che mi dà tranquillità nell'affrontare il tutto. Il silenzio è un toccasana gradevole, illuminante, un energia universale amica dell'uomo. Ci protegge dal caos quotidiano, dall'enfasi della mente che mente, dai falsi pseudo scopi che ci siamo imposti rumorosamente. C'è bisogno di Lui ; occorre cercarlo, qualsiasi sia il costo di questa ricerca. Non demordete : cercate pure nell'Anima il suo perché ma fatelo col Cuore.