martedì 30 maggio 2017

TSO ( trattatamento sanitario obbligatorio ) . Che ne sarà di me ?

Siamo arrivati ? È questo il mio Destino ? Venerdì mi sono venuti a prendere ma in realtà non volevo muovermi dal punto in cui ero : ai bordi di una strada , mezzo inginocchiato a vedere l'invisibile, ovvero un tizio che mi sorrideva maleficamente ed un altro che non potevo vedere che era pronto a farmi a pezzi grazie alla sua velocità, forza ed esperienza nel settore tortura : vogliono farmi sparire perché "non sono niente" dicono, ma in realtà perché il Demonio ha bisogno di vittime sacrificali . Non so per quanto riuscirò a scamparla, anche perché IO non ho nessunissima voglia di piegarmi ... o forse non posso 😕 . E allora, che fare ? Ho l'obbligo di aspettare, di pregare inutilmente, di far passare il tempo più che posso. Non so davvero che fine farò. Vogliono staccarmi braccia e gambe, lentamente, una ad una, dettami di una società malata e arresa . Sono in pena . Non piango ma ho Paura. La speranza ...

TSO ( trattatamento sanitario obbligatorio ) . Siamo alla fine ?

lunedì 15 maggio 2017

I sogni ( o le illusioni ? ) sulle donne di un senzatetto 2.0

Lo so, con questo post rischio di scendere nel ridicolo se non addirittura nel patetico 😊 ... Ma che posso farci se a me piacciono le BELLE, AFFASCINANTI E SENSUALI donne ( o ragazze ... ) ? Vedete, col passare degli anni senza "prender" niente ( ed a un senzatetto capita, eccome 😕 ) possono accadere due cose riguardo alle donne ( e sempre se capita ... ) : o alla fine ci si accontenta di ciò che passa il convento ( magari bassa, brutta, grassa, con naso e denti torti o dentiera 😝 ) o si punta al massimo. Io punto al massimo. Ok, sono anni e anni che non pratico sesso con alcuna e la fantasia comincia a prender quota da sé ... ma nonostante questo i miei sogni ( o illusioni ? ) persistono e rimangono quelli di un tempo . Girovagando per i luoghi in cui posso farlo apro gli occhi e cerco la mia amata e la voglio perfetta ; anzi, di più : la voglio stratosferica 😮 ! So che essendo povero, senza potere e di dubbia bellezza ( ma NON brutto, intendiamoci 😉 ) appare impossibile di trovare una giovane da Amare e Rispettare ma il mio Sé è sempre sull'attenti, come se fosse un militare durante un attacco di guerra. Credo che Amare non significhi accontentarsi, così, tanto per fare famiglia e mostrare ai propri simili che "beh, poteva andar peggio" ... Non credo proprio 👎 perché al peggio può non esserci MAI fine 😢. Così, ogni tanto, viaggio con la mente in avventure strabilianti, invitando la mia coscienza a dar prova di fedeltà in una assai improbabile bellezza dai diversi colori degli occhi che potrebbe toccare proprio a me. Le illusioni persistono e rimangono -in questo caso- una sorta di ancora di salvezza dell'Anima, una Speranza per una Vita migliore. Così gioisco per il solo fatto di essere nato, anche se magari non nel giusto contesto per esprimermi meglio in codesti contesti. Ah, bellezze mie, solo guardarvi mi fa sentire meglio ; mi rende capace di saltare ogni fossato per avervi, di sfidare perfino il demonio pur di prostrarmi a Voi ... Care Bellezze, chissà se un giorno ci vedremo ... 💖💖

sabato 13 maggio 2017

La casa ? Un ex moglie da mantenere 😅

Ok, sono un senzatetto e ormai sono abituato ad esserlo ... Mi muovo, durante il giorno e la notte, a passo adagio, cercando di costruire principalmente più il presente che il futuro ... Sto bene nei panni in cui volontariamente o no mi sono calato MA anch'io -a volte- penso alla casa. Ma sapete perché ? Per la mia roba, per i libri che leggo e per un posto "sicuro" e magari semi-isolato ( adoro la solitudine 💖 ) dove le mie energie mentali, fisiche e soprattutto del mio Sé più profondo possano riprendersi dal tram tram quotidiano. Sì, ok, ho già dei posti dove posso farlo : oggi sul cassone di un camion in disuso 😊 ( soprattutto il sabato e la domenica ), in estate all'aperto 😮 a due passi dalla natura incontaminata e nel mentre fra i campi dolci e disinquinati che ho attorno ma "la casa è la casa", dice la gente a muso duro ... Beh, vi dirò : IO lavorare da mattino a sera facendo magari un lavoro che non sopporto, a contatto con "colleghi" che sopporto ancor meno, per uno stipendio da FAME, senza Libertà di parola o dialogo stimolativo per la mia evoluzione individuale ... per MANTENERE una struttura in pietra in cui passo solo le ore per una cena, una doccia ed una dormita ... beh, NON MI VÀ PROPRIO. Oggi la paragono ( la casa ) ad una ex moglie che vuole una buona parte di stipendio per farsi i cavoli suoi : luce, gas, acqua, affitto o mutuo, imu, tasi e quant'altro. I tempi sono cambiati : siamo entrati nell'epoca della Vita Diversa, una vita NON da macchine o pecore ( oddio, ce ne sono ancora molte, anzi, moltissime ), una Vita in cui l'individuo si prende i suoi diritti e li fa maturare nella direzione in cui meglio crede. Ci sono persone che vivono in camper, in barca, viaggiano per il mondo a piedi, in bicicletta, con un carretto, ... ed hanno pure famiglia 😮 !! Insomma, la casa è importante ma chiede ( ad oggi ) troppi sacrifici per mantenersela : è un debito costante che non vuole svanire ! "E allora che si fa ?" Vi chiederete. Ah, non chiedetelo a me : io, volente o dolente, una strada l'ho già intrapresa e al momento mi sta bene così. Ma, comunque sia, ho "paura" che m'importera' poco anche nel futuro di averne una 😮 . Ma voi, fate la vostra scelta ... Solo, sarebbe meglio aprire la mente. PRIMA.

domenica 7 maggio 2017

Parenti serpenti, ...

Ebbene è così. Nell'ormai mia nota vita da senzatetto, vita di strada alternativa, con i suoi pro e contro, ho vissuto e toccato con mano le porte CHIUSE -in cui mi sono imbattuto- che mi hanno lasciato i "parenti". Queste "persone", appena hanno capito che facevo sul serio, hanno sbarrato ogni tipo di entrata, come se fossi infetto da qualche virus contagioso. All'inizio hanno provato un pò tutti a farmi capire che "la vita è così per tutti", come se cercare una strada migliore per vivere fosse più di un reato : come se fosse il Male in persona. C'è chi dapprima mi offriva il pranzo ( basta che me ne andassi subito dopo ... ), chi ogni tanto mi elargiva qualche euro e chi si annaspava a cercarmi un lavoro ( senza capire che non era quello il problema ... ) e chi mi ha fatto proprio lavorare nella propria ditta trattandomi con profondo disprezzo per non aver accettato "la realtà". Non sono qui certo per citarli per nome e cognome ( non sono il tipo ) ma solo per raccontare come il sistema -parola alle mie orecchie orrenda- la faccia da padrona su tutto : anche sui nobili sentimenti che dovrebbero unire una casata. Ma a me questo oramai non dispiace nemmeno, tanto che ormai li chiamo "parenti di carta" perché sono parenti solo sul registro dell'anagrafe e nell'albero genealogico. Credetemi, all'inizio ho sofferto non poco questo voltafaccia parentale ... In quei momenti ho cercato in me una "colpa" di cui potevo avere, un senso di vuoto e smarrimento come se il problema fossi io, la mia forza di volontà, la mia mente. Pian piano mi sono poi accertato che non era così : ero ( e sono ) IO quello sano ! I malati sono loro ! Concludo cercando ancora una volta di farvi capire che il Male Assoluto è il sistema, e non i nobili sentimenti che invece dovrebbero unirci. E quale mai sia la vostra scelta NON pensate con la mente statica uniformizzata ma con qualcos'altro. Capito 😊 ?

venerdì 5 maggio 2017

Il mio problema ? Ho il cuore troppo onesto

Lo ammetto : sono sensibile, emotivo, ho il terzo occhio che mi fa vedere la tristezza negli altri : riesco a leggergli l'anima. E questo è un dramma, e non da poco . "Figlio mio, attento ai disonesti !" recitava un anziano Maestro di arti marziali dopo lo scontro dei due figli adottivi di cui uno non rispettava il modus operandi dello scontro ma si arrogava il "diritto" di barare e di utilizzare tecniche proibite. Lo "sconfitto" dello scontro, colui che nel modo di combattere portava rispetto e dignità e onore per l'avversario sono io. È così che mi muovo per le strade della vita mondana e non. Ma serve a qualcosa ? No, non serve a niente. Sì, ok, con sé stessi si sta bene, meglio, ci si sente "puliti", il cuore irradia sentimenti positivi e significativi per un eventuale crescita personale e non, ... ma non basta. Questo perché nessuno può dire di viver da solo : siamo tutti collegati, che lo vogliamo o no, e siamo collegati anche coi farabutti. La storia dell'allievo di cui sopra poi proseguiva in una serie di innumerevoli avventure in cui lui, proprio lui, s' imbatteva pian piano in una moltitudine di forme del male. Cresceva così la sua rabbia ma non verso il mondo, non esclamando "che schifo di mondo è questo !" ma portando alla luce le sue doti caratteriali migliori e cercando -a volte- di aver pietà di coloro che non erano riusciti a farlo. Così è come piacerebbe fare a me. Beh, non è facile, va detto. Ci sono momenti bui, momenti in cui ti senti affogare dal ribrezzo di ciò di cui ti rendi conto, ...ma vai avanti, con o senza sorriso non importa ; ciò che ti spinge è la Verità, la Giustizia, l'Onestà. Di questi tempi è dura, a volte sembra quasi impossibile, eppure ... ci si può fare . E se è vero che "il cavallo buono è il primo ad essere montato" -proverbio cinese- , è anche vero che l'essere umano NON È un cavallo : è qualcosa di più. Quindi, bando alle ciance : non fatevi cavalcare dal primo che passa se vi accorgete che indossa l'ennesima mascherina. Aspettate, percepitevi e meditate riflettendo. E tutto si sistemera'. E soprattutto siate fieri di essere Giusti nel Giusto.