domenica 20 agosto 2017

Ferragosto 2017 di un senzatetto 😊

Di solito ad agosto, a ferragosto, gli anni passati, qualche soldo ne avevo. Nel 2015 ho passato giorni fantastici a Nizza, luogo dorato sia per la gente che per il caro-vita. Giornate memorabili passate sulla ormai più che nota Promenade Des Anglais, sul suo mare tiepido e cristallino, anche se solo a tratti, con delfini ( si', delfini !!) che nuotavano al largo dei bagnanti. Nel 2016 ancora lavoravo e quindi era più che ovvio che il giorno di S.Maria lo passassi al ... cinema 😊 . Quest'anno ho perso il lavoro causa la mia malattia mentale : il mio disagio interiore, da metà maggio a tutto luglio, mi ha fatto "compagnia". Quindi che ho fatto ? "Niente di speciale", sembrerebbe o direbbe il solito aguzzino rovina - feste 😅😅 . Nel concreto ecco la mia routine in quel giorno che secondo la leggenda sancisce la fine dell'estate, dove le aspettative di pioggia salgono a priori sui gradi Celsius. Mattinata : sveglia presto, caffè liofilizzato e sigarette. Soldi contanti non ne ho più e devo aspettare il primo settembre per averne. Classica girata all'Uci, con camminata pensante, rilassamento nervi e boccate di fumo. Pranzo alla mensa dei poveri. Ottimo cibo e servizio ma pessimi "colleghi" di strada ( a dire il vero non sento nessuno come "collega" 😕😕 ). Pomeriggio su YouTube a guardare "Tenebre" di Dario Argento, un "vecchio" regista che oggi non so che fine abbia fatto... Poi, Duolingo, l'applicazione per me valida per studiare l'inglese per un probabile viaggio dicembrino. Il tutto, naturalmente, sdraiato sul mio tappetino , coi piedi al vento ma con l'afa che ancor oggi serpeggia 😮😮. Pomeriggio tardo sempre all' Uci, con rituale passeggiata pensante e serata di nuovo su YouTube , questa volta per guardare video sui vari "coach life" ( ebbene sì : anch'io sono attratto da questi argomenti, anche se sono al quanto scettico sui loro risultati 😉 ). Alle 22 si spenge tutto e si fa la nanna. Come vedete la vita di un senzatetto nella calura festiva ed estiva scorre via via lenta, come un ruscello a valle, dove le acque calme dell'arrivo giacciono in cerca di un mare in cui buttarsi. Ps : dimenticavo ... All'Uci ( Cinemas ) NON sono andato a vedere movies ma proprio a camminare al suo esterno 😉😉.